StressBox: la valutazione del rischio stress lavoro correlato nelle aziende con meno di 200 dipendenti

PIU’ DI UN MANUALE: UNO STRUMENTO DI LAVORO PRATICO, SEMPLICE E INNOVATIVO!

La StressBox è una guida pratica pensata come una “cassetta degli attrezzi” per supportare le aziende fino a 200 dipendenti, rendendole autonome nel processo di valutazione del rischio stress lavoro correlato, ai sensi della normativa vigente e in ottemperanza al D. Lgs 81, 2008.

Cosa contiene la StressBox?

Gli strumenti sono:

  • Schede operative per effettuare la valutazione del rischio “step by step”;
  • Possibilità di utilizzare il questionario SPA (Stress Perception Audit), validato e utilizzato a livello nazionale, checonsente di identificare le fonti di stress percepite dai lavoratori e confrontare i risultati all’interno del contesto italiano;
  • Cd-rom, con tutte le versioni elettroniche dei documenti riportati nelle schede; una guida alla valutazione;le versioni inglese e francese del questionario SPA; gli strumenti di supporto per le presentazioni e le riunioni interne all’azienda e gli approfondimenti;
  • Best practice italiane ed internazionali;
  • Suggerimenti per lo sviluppo e la gestione del rischio stress lavoro correlato;
  • Stress card, uno strumento di bio-feedback che consente di monitorare a livello individuale lo stress.

Cos’è SPA?

 

SPA (Stress Perception Auditè lo strumento sviluppato da Six Seconds per valutare ilrischio stress lavoro correlato attraverso la rilevazione della percezione delle principali fonti di stress legate all’attività lavorativa di una specifica organizzazione. Il questionario consente infatti di raccogliere informazioni importanti rispetto a come i lavoratori percepiscono l’organizzazione e quali dimensioni dell’attività lavorativa possono diventare fattori di stress tali da causare rischi per la salute e la sicurezza delle persone. Le informazioni raccolte con il questionario SPA saranno sottoposte ad analisi statistica ed incrociate a dati oggettivi di natura organizzativa e di performance aziendale (assenteismo, malattia, provvedimenti disciplinari, turnover..) per identificare le fonti di rischio stress lavoro-correlato presenti in azienda e i gruppi omogenei più esposti.

Il questionario SPA indaga 4 aree ritenute capaci di provocare stress impattando a livello emotivo, fisico e mentale:

Attraverso l’analisi SPA è possibile prendere in esame le principali dimensioni dell’organizzazione e definire conseguenti misure preventive e protettive orientate alla riduzione e controllo dello stress.

La struttura del questionario SPA

Il questionario SPA è strutturato attraverso:

Item: focalizzati sulle quattro aree del modello (obiettivi e strategia, struttura organizzativa,  ambiente di lavoro, persone e relazioni) e le eventuali personalizzazioni dell’azienda

Outcome: che indagano il malessere fisico, emotivo e mentale che può derivare dalla prolungata esposizione a fonti di stress.

Domandeaperte: che forniscono feedback e ulteriori spunti grazie ai quali definire in maniera più appropriata le misure preventive, protettive e gli interventi di sviluppo.

Il questionario è disponibile on line e consente il monitoraggio dei dati con continuità. La durata prevista per la compilazione è di circa 20 minuti. Nelle indagini di Stress Audit di tipo advanced e climate l’azienda può decidere di customizzare il questionario SPA, integrando alcuni item o inserendo domande specifiche inerenti ad aspetti dell’organizzazione che intende monitorare ritenendoli possibili fonti di stress.

Quali aziende possono utilizzare la StressBox?

La StressBox è uno strumento efficace per effettuare la valutazione del rischio stress lavoro correlato nelle aziende che hanno un numero di dipendenti inferiore a 200, con le seguenti specificità:

  • se l’azienda ha un numero di dipendenti minore di 100 può utilizzare la StressBox con la metodologia standard, la quale prevede criteri pre-definiti (indicati nelle schede e nella guida) per la segmentazione della popolazione aziendale in categorie e gruppi omogenei;
  • se l’azienda ha più di 100 dipendenti ha la possibilità di personalizzare i criteri di definizione dei gruppi omogenei, così da rispondere in maniera più pertinente ad eventuali complessità o specificità organizzative;
  • se l’azienda ha più di 200 dipendenti la metodologia di valutazione del rischio consigliata è lo Stress Audit.

 

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: