Nonostante il tema dell’Intelligenza Emotiva sia sempre più caro ai mass media e sia stato portato alla ribalta anche in ambito business dal World Economic Forum, che lo ha inserito tra le 10 competenze indispensabili che saranno richieste nei prossimi anni per avere successo nel mercato del lavoro, è ancora molto comune connotare l’attenzione alla sfera emozionale come segnale di debolezza, non soltanto in azienda, ma in qualsiasi contesto di vita che richieda capacità decisionali ed organizzative. Nulla di più sbagliato, e addirittura controproducente! Neurologicamente, l’emozione ha il primato nel nostro cervello perché i sentimenti sono segnali di minacce e opportunità percepite, che ci aiutano a sopravvivere e prosperare. Fingere di poter “essere semplicemente logici” è in realtà illogico, mentre riconoscere l’importanza e la funzione delle emozioni ci permette di riconoscerle e sfruttarne a pieno tutte le informazioni proprio per risolvere problemi, prendere decisioni, creare comunità e migliorare le prestazioni. 

Chiudete gli occhi e immaginate allora a quali straordinari e potentissimi risultati, in termini di benessere, consapevolezza e crescita personale, potrebbe portare la possibilità di allenare l’Intelligenza Emotiva iniziando proprio da coloro che iniziano a muovere i primi passi nella società: i bambini di tutto il mondo! 

Proprio nel tentativo di inseguire questi obiettivi, anche quest’anno Six Seconds ha deciso di celebrare lo Universal Children Day (istituito dalle Nazioni Unite il 20 Novembre per commemorare il giorno in cui l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la Dichiarazione dei Diritti dell’Infanzia) con il POP-UP Festival delle Emozioni, del Benessere e dei Diritti dei Bambini, un’esperienza gratuita di apprendimento socio emotivo, attraverso attività pratiche, per bambini e ragazzi di tutto il mondo.

Nato due anni fa come una scommessa, il POP-UP Festival è diventato una splendida realtà grazie all’aiuto di circa 1400 volontari e 22 organizzazioni in tutto il mondo, toccando nel 2017 ben 157 Paesi e raggiungendo oltre 330 mila persone tra bambini e adulti. Tutte le attività svolte sono state tradotte in 15 lingue diverse. Si tratta del più grande progetto di Intelligenza Emotiva mai realizzato nella storia, per tale motivo ha coinvolto l’intero network di Six Seconds nella sua organizzazione. Il POP-UP Festival è una celebrazione che accresce la consapevolezza del ruolo essenziale che l’Intelligenza Emotiva gioca nello sviluppo dei più piccoli, nelle nostre relazioni con loro e nella loro capacità di fare una differenza positiva nel mondo. Concretamente, si realizza come una raccolta di divertenti attività educative (es. giochi di ruolo, attività artistiche e manuali, discussioni, ecc.) per conoscere le emozioni, che possono essere realizzate in una scuola, in un ufficio, in un locale pubblico, in un parco… ovunque i bambini e le persone che li amano vivono, lavorano e giocano. Il Festival si svilupperà principalmente nel mese di novembre e sino alla fine dell’anno, attraverso workshop in cui i bambini verranno direttamente coinvolti mediante diverse esercitazioni, al pari degli adulti che saranno a loro volta invitati a svolgere esercizi personalizzati, con particolare attenzione agli aspetti relativi al loro rapporto con i ragazzi. 

I messaggi chiave che intendiamo veicolare afferiscono a tutte quelle problematiche per le quali i bambini trarrebbero giovamento dal potenziamento della propria Intelligenza Emotiva – e di coloro che si occupano della loro crescita, ovvero la riduzione di fenomeni quali il bullismo, l’isolamento sociale, l’abbandono scolastico, sino ad arrivare ai disturbi alimentari. Di contro, il potenziamento delle competenze emotive sin dalla tenera età favorisce la resilienza e la capacità del bambino di far fronte alle situazioni di disagio familiare o sociale che può incontrare sul suo cammino.

In Italia il messaggio del POP-UP Festival sarà principalmente veicolato attraverso gli EQ Cafè, workshop gratuiti che periodicamente si svolgono in diversi luoghi della nostra penisola, facilitati da trainer certificati Six Seconds esperti in intelligenza emotiva che mettono a disposizione la loro expertise a titolo volontaristico, o attraverso momenti formativi gestiti da professionisti dell’ambito Education, sempre a titolo gratuito. Un “kit semplificato” delle esercitazioni sarà reso disponibile gratuitamente per il download anche attraverso il nostro sito, affinché chiunque voglia realizzare il proprio POP-UP possa farlo!

Puntiamo, infatti, a quadruplicare solo in Italia i numeri dello scorso anno , sino a realizzare 200 workshop, con una stima di circa 8000 partecipanti!!! Come contribuire sin da ora?
  • Se sei una azienda o un’associazione che desidera sposare questa iniziativa e magari sostenerla con una donazione o coinvolgendo i propri dipendenti, scrivi a [email protected]
  • Se sei un singolo cittadino, iscriviti qui, ottieni il tuo kit scaricabile gratuitamente, invita persone e realizza il tuo POP-UP Festival, oppure scegli di sostenere questo straordinario progetto in Italia, con una donazione tramite la nostra pagina Facebook!
  • Se sei un giornalista interessato a dar luce a questa iniziativa o se sei molto attivo sui social e desideri diventare un POP-UP influencer, scrivi a [email protected]
  • Se sei un certificato Six Seconds, registrati nell’apposito form e candidati per organizzare e condurre uno o più EQ Cafè!
Vi aspettiamo a bordo! 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: